Un mercato giocato soprattutto in difesa

Respinte le richieste per Locatelli e Boga, con il ritorno di Romagna (ufficiale da ieri) e l’arrivo di Ayhan è stato sistemato il reparto arretrato

Per trovare un mercato così poco movimentato, almeno in entrata, bisogna andare indietro di lustri, ma questo è un anno speciale. E mentre sfogliate questa pagine le società, i direttori sportivi, i procuratori e gli agenti preparano quegli ‘assalti alla diligenza’ che, da qui al prossimo 5 ottobre, prenderanno necessariamente forma. A campionato in corso, perché questo ha imposto la strana stagione del Covid-19, che da’ possibilità alle società di trattare fino a quando il campionato sarà bello che iniziato. Da capire, e ad oggi ammettiamo che non si riesce, cosa riservano i prossimi 15 giorni ai neroverdi. Che fin qua il loro mercato lo hanno fatto scegliendo di conservare piuttosto che rivoluzionare, e blindando con richieste milionarie quei giocatori sui quali si erano accese le attenzioni delle big, spentesi (almeno ad oggi) di fronte alle richieste del management neroverde, che cede solo se le offerte collimano alle domande. Fin qua non è successo… Bottega ‘cara’. La definizione la regalò a chi scrive il Direttore Sportivo Giovanni Rossi a chi scrive parecchi anni fa, facendo capire che la forza del Sassuolo era (anche) nella possibilità di non essere obbligati a vendere i migliori, salvo offerte irrinunciabili. La forza del Sassuolo, evidentemente, è rimasta quella, perché i big che dovevano partire (Boga in primis) sono tutti attendati a ridosso del Mapei Football Center, né il Sassuolo sembra abbia voglia di cedere, salvo ‘offertone’ che ad oggi, par di capire, non sono arrivate. E se sono arrivate, non allettano gli uomini mercato neroverdi In entrata. Forte della conferma di gran parte degli asset che la scorsa stagione lo hanno fatto grande, il Sassuolo ha limitato i nuovi innesti al centrale difensivo che serviva (Romagna resta – ufficiale da ieri il suo ritorno – ma lo rivedremo solo nel 2021) prelevando a prezzi di saldo (un paio di milioni) l’esperto Kaan Ayhan dal Fortuna Dusseldorf e concedendosi una scommessa in attacco. In Nicolas Schiappacasse, classe 1999 prelevato a costo zero dall’Atletico Madrid: i trascorsi italiani (a Parma) non sono granchè, ma vai a sapere che, come con Boga, dal cilindro neroverde non esca il coniglio… In uscita. Addio definitivo solo per Magnani (l’Hellas Verona pagherà 5 milioni a giugno) e Tripaldelli (a Cagliari per 3, poteva andar peggio), il Sassuolo fa cassa anche cedendo (0,5 milioni per il prestito) Marchizza e Dell’Orco allo Spezia neopromosso, risparmia sull’ingaggio milionario di Babacar spostandolo da Lecce all’Alanyaspor in Turchia e, piazzati anche Sala, Brignola e Sernicola alla Spal, Goldaniga al Genoa, Frattesi al Monza, attende solo le chiamate ‘giuste’per Adjapong, Ricci e Mazzitelli e smaltire gli esuberi. Tra i quali il più appetito è Scamacca, attaccante classe ’99 che il Sassuolo si tiene stretto: rifiutò a gennaio offerta milionaria dal Benfica che lo voleva a titolo definitivo ma l’offerta non era congrua, e lo manda in prestito. Lo valutano il Parma e il neopromosso Crotone, ma non solo Pagato 300mila euro agli olandesi del PSV, il centravantti romano potrebbe essere l’ennesima plusvalenza di quella bottega ‘molto cara’ di cui si diceva prima. O un’altra ipoteca sui futuri bilanci di una società che, e qui parla Carnevali, «a Sassuolo gestiamo come se fosse un’azienda». E dove, sottinteso, alla fine i conto devono tornare.

s.f.


Mercato Sassuolo

Ricche le operazioni in uscita

Questi, ad oggi, i movimenti del Sassuolo sul mercato estivo.
Acquisti Babacar (a, Lecce, fp), Dell’Orco (d, Lecce, fp), Frattesi (c, Empoli, fp), Scamacca (a, Ascoli, fp), Gravillon (d, Ascoli, fp), Sala (d, Virtus Entella, fp), Sernicola (d, Virtus Entella), Mazzitelli (c, Virtus Entella, fp), Goldaniga (d, Genoa, fp), Odgaard (a, Hereveen, fp), Ricci (a, Spezia, fp), Pinato (c, Pisa, fp), Marchizza (d, Spezia, fp), Pierini (a, Cosenza, fp), Broh (c, Cosenza, fp), Celia, (d, Alessandria, fp), Adjapong (d, Hellas Verona, fp), Kyriakopulos (d, risc. da Asteras Tripolis, 0,5), Defrel (a, risc.dalla Roma 9), Chiriches (d, risc. dal Napoli 8), Haraslin (a, risc. dal Lechia D. 2), Ayhan (d. Fortuna D. 2), Schiappacasse (a, At.Madrid), Romagna (d, Cagliari, 4)
Cessioni Romagna (Cagliari, fp), Babacar (a, Alanyaspor, p), Pinato (c, Cremonese, p), Magnani (Hellas Verona, po), Satalino (p, Cesena, p), Russo (p, Virtus Entella, p), Sala (d, Spal, p), Marchizza (d, Spezia, p), Dell’Orco (d, Spezia, p), Briginola (a, Spal, p), Sernicola (d, Spal, p), Gomez Dutra (a, Albacete B, p), Pellegrini (a, Gubbio, p), Celia (d, Alessandria, p) Broh (c, Palermo, p), Goldaniga (d, Genoa, p), Tripaldelli (d, Cagliari, 3) Frattesi (c, Monza, p).
p=prestito; fp=fine prestito; po=prestito con obbligo di riscatto