a cura di Martina Strazzari

Sagre, passeggiate, kermesse per scoprire il Re dei Funghi e i prodotti del territorio, ma anche preziosi tesori antiquari e il curioso Palio degli Asini

PIEMONTE

SETTEMBRE

20
CHEESE
BRA (CN)

Ogni due anni, nel centro storico di Bra, si rinnova l’appuntamento con la rassegna internazionale di Slow Food dedicata ai formaggi, protagonisti, insieme ai loro produttori, dei banchi di assaggio, delle analisi sensoriali e degli spazi dedicati allo street food.
Fino al 23 settembre.

21
IN QUESTO MONDO
BRA, CINEMA VITTORIA
MULTISALA (CN)

Anna Kauber ci accompagna “In questo mondo”, un raccontodocumentario nella vita delle donne pastore – di età compresa tra i 20 e i 102 anni – incontrate lungo un viaggio in Italia di due anni e 17.000 chilometri.
Dalle 18 alle 20.

22
FOSSANO ANTIQUARIA
FOSSANO (CN)

Ogni quarta domenica del mese oltre cento negozi di antichità di varie epoche riempiono il piazzale antistante la Città Antiquaria, con pezzi diarredi eleganti, rustici, shabby chic ed eccentrici. Per collezionisti, commercianti o semplici curiosi.
Dalle 9 alle 18.

29
FESTA DEL VINO
ALBA

Tradizionale manifestazione che porta le espressioni vinicole più rappresentative delle Langhe e del Roero nel centro storico di Alba. Quest’anno la rassegna promossa da Go Wine accende i rilettori su via Cavour, su piazza del Risorgimento (piazza Duomo) e in particolare su via Vittorio Emanuele II (via Maestra), trasformata per un giorno in un’ideale “Via del vino”.
gowine.it


IN PRIMO PIANO

Weekend in locanda pedalando nei luoghi di Fausto Coppi

I suggestivi colori dell’autunno rendono il territorio del Gavi in Piemonte un luogo magico, perfetto per concedersi una pausa di relax immersi nel verde tra dolci colline, lunghe distese di vigneti e campi coltivati. Punto di partenza ideale per la scoperta delle bellezze del Gavi è la Locanda La Raia, che organizza wine tour, degustazioni gastronomiche e lezioni di cucina. Da qui si può anche partire per percorsi in bicicletta e itinerari culturali nei vicini borghi ricchi di storia. La locanda, un tempo posteria e luogo di sosta per i viaggiatori, è un’accogliente dimora di dodici camere circondata dai vigneti, i pascoli e i boschi di una grande tenuta agricola biodinamica che ospita anche una scuola steineriana e una fondazione d’arte, con opere site speciic di artisti internazionali. Le camere, dallo stile semplice e al tempo stesso soisticato, dialogano con l’esterno e si a acciano sui vigneti per regalare agli ospiti un dolce risveglio. È presente anche una piccola Spa con la piscina riscaldata interna ed esterna, la sauna e il bagno turco. Il Wine Tour dell’Azienda Agricola La Raia è un appuntamento imperdibile: un piccolo sentiero porta ai vigneti per entrare in un panorama unico, tra ilari di Cortese e di Barbera. Il tour si conclude nella cantina in terra cruda per una degustazione di vini biodinamici La Raia e di Tenuta Cucco, azienda in Serralunga d’Alba di proprietà della famiglia Rossi Cairo. La zona del Gavi, che si estende dal Piemonte ino al conine con la Liguria, ha un passato ricco di storia, fatto di borghi, castelli e fortezze. Vale dunque la pena passeggiare per le strade di Novi Ligure alla scoperta dei molti palazzi nobiliari dipinti. Gavi è sede dell’omonimo e suggestivo Forte, costruito sulla sommità di una collina e in parte scavato nella roccia, della chiesa di San Giacomo nel centro storico e dell’antico Molino del Neirone. Da non perdere la città romana di Libarna, sorta nel II secolo a.C. lungo la via Postumia, la strada che collegava Genova ad Aquileia, dove oggi è possibile visitare gli scavi archeologici. Scendendo verso la piana dell’Albedosa si apre un’ampia vallata di vigne e orti, dove sorge l’Abbazia di San Remigio, importante centro di potere e di produzione culturale nell’Alto Medioevo. Il territorio del Gavi è anche ideale per escursioni in bicicletta. Percorrere le strade di Fausto Coppi, nei luoghi in cui è nato e vissuto, vuol dire vivere un’esperienza unica e immergersi in un contesto paesaggistico sorprendente, dove le strade lambiscono i vigneti. A Novi Ligure il Museo dedicato a Fausto Coppi e Costante Girardengo racconta la storia del ciclismo e della bicicletta. E ancora passeggiate a cavallo e trekking lungo i sentieri della Val Borbera e Val Lemme.


OTTOBRE

6
SFILATA STORICA
E PALIO DEGLI ASINI
PIAZZA CAGNASSO, ALBA

A conclusione del primo weekend della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba (5 ottobre-24 novembre), una grande silata storica con oltre mille iguranti appartenenti ai borghi di Alba precede il divertente Palio degli Asini, che vede le nove contrade albesi contendersi l’ambito premio.

FIERA DEL RUCHÈ
E DEL TARTUFO
CASTAGNOLE MONFERRATO (AT)

Una giornata dedicata al cibo e al vino, un programma ricco di eventi, passeggiate nei vigneti e un tipico mercato dei prodotti gastronomici territoriali.

13
ALBAROMATICA
ALBA

Un modo originale per scoprire i sapori del territorio attraverso spezie ed erbe aromatiche, da quelle in bottiglia, a quelle in tazza, al benessere verde. Un apposito spazio è dedicato alla degustazione di prodotti da forno alle erbe con l’istituto Cillario Ferrero di Alba-Arte Bianca. Laboratori didattici e allestimenti sensoriali.

18
FIERA DEL RAPULÈ
CALOSSO (AT)

L’evento prende il nome dalla tradizionale pratica della raccolta di grappoli d’uva tardivi. Nel terzo ine settimana di ottobre, dopo la vendemmia, verrà o erta una vasta scelta di piatti tipici accompagnati dai vini locali nei suggestivi crotin, vecchie cantine scavate nel tufo che in genere si trovano sotto le case del centro storico.
Fino al 24 ottobre.

20
FIERA NAZIONALE
DEL TARTUFO
MONCALVO (AT)

Si rinnova il tradizionale appuntamento con la Fiera Nazionale del Tartufo di Moncalvo, la piccola cittadina che ha alle spalle 500 anni di storia…profumata al tartufo. Giunta alla sua 65° edizione, quest’anno la Fiera si terrà il 20 e 27 ottobre.

26
FESTIVAL DEI CANTI
AL TARTUFO
MONTÀ D’ALBA (CN)

Singolare kermesse dal sapore retrò che celebra il “Re dei Funghi” tra canti e “conte” dedicate al tartufo, con cantautori e cantastorie del territorio. Tra gli ospiti della manifestazione gruppi musicali e folkloristici provenienti dalle principali regione tartuicole d’Europa.


a cura di Andrea Settefonti

Quella che si è aperta a inizio mese e si protrarrà per tutto ottobre è stagione di sagre e di rievocazioni mete ideali per scoprire altre ricchezze

CHIANTI

SETTEMBRE

22
MONTEFIORALLE
DIVINO GREVE IN CHIANTI

Quinta edizione del festival Monteioralle Divino, con banchi di assaggio per la presentazione e la degustazione dei vini delle aziende dell’Associazione Viticoltori Monteioralle. L’evento si tiene nella piazza principale (piazza Santo Stefano) del paese, un borgo medievale dove ha vissuto anche Amerigo Vespucci.
Dalle 11 alle 19.

MEMORIAE ET HISTORIAE
DE SEMIFONTE
BARBERINO VAL D’ELSA

Torna il Medioevo a Barberino Val d’Elsa con l’undicesima edizione della rievocazione storica Memoriae et Historiae de Semifonte, un viaggio a ritroso nel tempo ino all’anno Mille. La vita medievale è ricostruita all’interno del centro storico con performance di musica, danza e arte di strada, trampolieri, musicisti e duelli militari.
Fino alle 24.

27
PEPOSO DAY
IMPRUNETA

Tre giorni per celebrare il Peposo, piatto nato durante la cottura dei mattoni necessari alla costruzione della Cupola del Duomo di Firenze. Carne, vino, gli ingredienti base, e una cottura lunga tutta una notte per sfamare le maestranze di Filippo Brunelleschi.
Fino al 29 settembre

29
FESTA DELL’UVA
IMPRUNETA

93esima edizione di un evento che quest’anno vede tornare sul palco come ospite d’onore Sandra Milo. Ad aprire la manifestazione l’esibizione delle ilarmoniche “Giuseppe Verdi” di Impruneta e G. Donizetti di Montaione. Quindi la silata- spettacolo dei quattro rioni del paese. A partire dalle 14.30.


IN PRIMO PIANO

Ritorna il LuBeC
Cultura sostenibile

Nel cuore del centro storico di Lucca (nella foto), all’interno dell’a ascinante cornice del Real Collegio, il 3 e 4 ottobre torna il LuBeC (www.lubec.it), incontro internazionale dedicato allo sviluppo e alla conoscenza della iliera beni culturali – tecnologie – turismo. Giunto alla quindicesima edizione, il LuBeC, diretto da Francesca Velani e organizzato dalla Promo Pa Fondazione presieduta da Gaetano Scognamiglio, celebrerà il quindicesimo anniversario a rontando il tema dell’innovazione di settore rispetto a una gestione sostenibile del patrimonio culturale tra pubblico e privato. In linea con l’Agenda Europea della Cultura e anticipando la rilessione di Dubai2020 – Connecting Minds, Creating the Future – la due giorni contribuirà al dibattito internazionale approfondendo temi cardine per il ra orzamento delle politiche per la sostenibilità, presentando soluzioni e proposte tecnico-operative maturate da imprese, istituzioni e operatori della iliera, utili a programmare e mettere in opera azioni concrete, evidenziando come e quanto le politiche culturali possano collaborare con quelle della sostenibilità, e come – contestualmente – la tensione alla sostenibilità – debba diventare parte integrante dell’armatura culturale dei territori. Accanto agli incontri si conferma e si amplia Lu- BeC Digital Technology, rassegna espositiva dei prodotti e dei servizi turistico-culturali per la valorizzazione del patrimonio culturale, che si sviluppa durante la due giorni intorno ai dibattiti, luogo di B2B e networking tra privato e privato e tra pubblico e privato. LuBeC si conferma inine, come luogo di internazionalizzazione con la consueta presenza di un Paese Ospite, quest’anno gli Emirati Arabi Uniti, con la presenza di Omar Obaid Mohamed Alhesan Alshams, ambasciatore in Italia degli Emirati Arabi Uniti e Paolo Glisenti, commissario generale per la partecipazione italiana a Expo 2020 Dubai. Nel convegno di apertura i rilettori si accenderanno su due importanti focus: patrimonio culturale, partecipazione e comunità ed eredità culturale, made in Italy e sviluppo sostenibile. Tra gli ospiti Pier Luigi Sacco, Paolo Glisenti, monsignor Stefano Russo. Sei gli ambiti su cui si focalizzerà l’incontro nel corso della due giorni: modelli di gestione per il patrimonio culturale; digitalizzazione, archivi e open data; patrimonio culturale e sostenibilità; cultura e benessere; musei e innovazione; patrimonio culturale e Made in Italy. Il programma generale di LuBeC è in continuo aggiornamento, così come la ittissima agenda di appuntamenti, per i quali è possibile l’iscrizione direttamente dal sito (www. lubec.it) .


OTTOBRE

ALLA SCOPETA DI LEONARDO A BARBERINO VAL D’ELSA ATTAVERSO UN CAMMINO NELLE CAMPAGNE

5
FRA LA VIA DEL CHIANTI
E IL WEST
SAN DONATO IN POGGIO

Fra la via del Chianti e il West è la mostra personale di Fabio d’Agata, fumettista, romano, che si terrà a Palazzo Malaspina di San Donato in Poggio nel Comune di Barberino-Tavarnelle. Oltre al fumetto, D’Agata si dedica anche alla pittura ad olio.
dalle 17.30

6
NON SOLO VINO
GREVE IN CHIANTI

In occasione dell’evento Vetrina Cittaslow, il vino Chianti Classico sposa i saperi del territorio dove nasce. In piazza Matteotti banchi di prodotti tipici, degustazione vino, artigiani all’opera con lavorazione sul posto, giochi di un tempo per bambini di ogni età, artigianato artistico e opere dell’ingegno. Tutto il giorno.

11
OMBRE
SAN CASCIANO VAL DI PESA

Ombre è la personale di Paolo Benvenuti, giovane scultore iorentino. Negli ambienti della ex deposito dell’acqua,oggi Torre panoramica del Chianti, a San Casciano trovano spazio opere, realizzate in pietra e ispirate all’arte etrusca, a ra igurare personaggi e simboli di una millenaria comunità agreste.

12
LE BRIGLIE DI LEONARDO
E LA VALLE DELL’AGLIENA
BARBERINO VAL D’ELSA

È il ine settimana ideale per scoprire un angolo di territorio a ascinante dove ha lasciato traccia del proprio genio Leonardo Da Vinci. Un percorso agevole di 8 chilometri seguendo le 27 briglie di età medievale per la gestione delle acque. Vigneti, oliveti e le colline del Chianti.

19
FESTA DELLE CASTAGNE
GREVE IN CHIANTI

Nel borgo a maggior altitudine di Greve in Chianti, Lucolena, il ine settimana è dedicato all’assaggio delle castagne arrostite, e non solo, accompagnate da un buon bicchiere di rosso. A fare da corollario, musica, giochi, prodotti tipici, mercatino di artigianato artistico per le vie del paese.
Fino a domenica 20 ottobre