Focus

Diritto alla salute e cure primarie
«Difendiamo il Sistema sanitario»

Firenze, gli appuntamenti del Forum Risk Management

IL PROSSIMO Forum Risk Management in Sanità, per il diritto alla salute di tutti, si aprirà martedì 27 novembre alla Fortezza da Basso di Firenze, Padiglione Spadolini, ingresso Porta alle Carre. Coincide con il 40° anniversario dell’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale. E si inserisce nella ricorrenza della dichiarazione di Alma Ata sull’importanza delle cure primarie.

NEL PROGRAMMA figurano un centinaio di sessioni con più di 1200 relatori. «Non solo per rievocare e celebrare, ma anche e soprattutto per ripercorrere risultati e mettere a nudo criticità. E tutto ciò con uno sforzo collettivo, capace di indicare il ‘che fare’ per rendere attuabili quei principi di universalismo nell’accesso alle cure, principi di solidarietà, che hanno segnato la storia della Sanità pubblica in questi anni», afferma Vasco Giannotti (nella foto in basso a sinistra), ideatore del Forum.

«IL CAMBIAMENTO necessario per il diritto alla salute di tutti» è il tema centrale del Forum. Lo scopo: lavorare per rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno soddisfacimento di quanto previsto dall’articolo 32 della nostra Costituzione. La Repubblica, infatti, tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti.

LA PREPARAZIONE del Forum ha richiesto un percorso lungo mesi, ma molto ricco di idee e contributi che ha trovato il sostegno e la condivisione di tutte le istituzioni sanitarie. Il ministero della Salute prima di tutto, presente con una interessante mostra dal titolo sui 60 anni del Ministero e 40 anni del Servizio sanitario. E poi, l’Istituto Superiore di Sanità, il Parlamento e la Commissione Europea, la Conferenza delle Regioni e delle P.A., l’Aifa e l’Agenas. «Il Forum rappresenta anche una occasione eccezionale per rintovarsi, scambiarsi esperienze, condividere soluzioni innovative: ascoltare, parlare, trasferire buone pratiche delle proprie aziende, insomma essere e sentirsi protagonisti», ha aggiunto Giannotti. Gli attori: medici, infermieri, Oss, professionisti della Sanità con le loro Società scientifiche e i loro Ordini professionali. L’intelligenza e l’impegno degli operatori possono cambiare in meglio la Sanità. Per ottenere le cure necessarie occorrono più fondi, ma occorre anche ridisegnare i poteri e le responsabilità tra Stato e Regioni in un’ottica di sussidiarietà orizzontale. In questi anni difficili anche a causa dei tagli al fondo sanitario, si è dato troppo poco ascolto a chi lavora in corsia e sul territorio, e il Forum è l’occasione per evidenziarlo.

LA VOCE del Forum potrà farsi sentire mentre in Parlamento si discute la legge di bilancio, si decidono i fondi da assegnare alla Sanità, l’accesso alle cure innovative, il rispetto dei contratti, la valorizzazione dei ruoli e delle competenze per tutte le professioni sanitarie. «Al Forum nascerà anche il Laboratorio per l’innovazione: un polo di sperimentazione, valutazione e diffusione di soluzioni e progetti innovativi in una partnership pubblico-privato che veda coinvolte Aziende sanitarie, Università, Centri di ricerca e tutti coloro che intendono davvero concorrere al raggiungimento dei migliori obiettivi e risultati di Salute in ogni regione», conclude Giannotti.

M.M.F.


TUTELA DEL MALATO LOTTA ALLE INFEZIONI OSPEDALIERE, UNA PRIORITÀ

Trasparenza e igiene dei luoghi di cura

I TEMI che verranno trattati al Forum Risk Management di Firenze andranno a integrarsi nella pratica quotidiana, ovvero con gli operatori sanitari. Sempre più chiaramente l’appuntamento si dimostra centrale nella discussione sul presente e sul futuro della Sanità.

LIVELLI DI ASSISTENZA Ed è attraverso la voce degli ex ministri della Salute e attraverso i loro racconti che il 27 novembre si tireranno le fila di quella che è stata la storia di questi ultimi quattro decenni. Sempre il 27 sarà l’occasione per affrontare l’argomento cruciale dell’eguaglianza di accesso ai servizi sanitari attraverso gli assessori alla Sanità di alcune regioni italiane. Saranno invece i direttori generali protagonisti di una discussione sulla sostenibilità del sistema sanitario nazionale e i Lea, livelli essenziali di assistenza. Grande spazio anche alle professioni, i cui rappresentanti troveranno nel Forum il luogo ideale per potersi confrontare. Il 28 si parlerà anche di sistema assicurativo e sanità insieme a Federico Gelli e Maurizio Hazan.

TRASPARENZA IN CORSIA Il 29 con il coordinamento di Salvatore Paolo Cantaro, verrà affrontato il tema della corruzione e della trasparenza in corsia. Il 30 ampio spazio all’economia circolare grazie alla presenza della parlamentare europea Simona Bonafè. Concluderà il lavori della sessione il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani.

LOTTA ALLA SEPSI Durante tutto l’arco del Forum sarà presente un approfondito percorso sulla lotta alla Sepsi. Ogni anno nel nostro Paese circa 7mila persone muoiono a causa delle infezioni ospedaliere. Un dato che Giannotti considera preoccupante. Consultando il sito: www.forumriskmanagement.it è possibile iscriversi alle sessioni scaricando il programma integrale aggiornato.


Mali d’autunno, rigori invernali
Un sostegno nei cambi di stagione

Integratori aumentano le difese, utili anche durante la convalescenza

NEI CAMBI di stagione, soprattutto prima dell’inverno come prevenzione, ma anche ai primi sintomi, può essere utile assumere un integratore alimentare che apporta al nostro organismo aminoacidi e vitamine per sostenere le difese immunitarie, incrementando la capacità di resistere alle infezioni. Oltre a glicina e glutammina, zinco, rame, manganese e la serie C, B2, B6 e B12 ricreano quella scorta che ritroviamo anche in farmacia in prodotti collaudati come Sustenium Immuno Energy.

SE DA UN LATO l’inverno comporta qualche disagio, d’altro canto mette a disposizione risorse preziose come gli agrumi: arance, pompelmi, mandarini, un serbatoio naturale di fattori protettivi. Il loro pregio maggiore è la ricchezza di vitamina C, ma hanno tante altre virtù che vale la pena sottolineare: ricchi di potassio, poveri di sodio, contengono buone quantità di calcio e fosforo e apportano anche una quota di vitamine del gruppo B. Contengono poi due sostanze particolari, l’esperidina e le antocianine, utilissime come antinfiammatori e per rinforzare i capillari sanguigni. Poco presente nelle nostre abitudini, il ribes nero è un altro alimento che proprio nella stagione invernale si rivela prezioso. Tra le sue funzioni, agisce come antinfiammatorio ed è importante inserirlo nella dieta perché rappresenta un valido aiuto per limitare i danni causati da influenza e raffreddamento. Frutta, e agrumi in particolare, costituiscono ad esempio una carica fondamentale di vitamine ma anche il pesce ricco di omega-3 e, nelle giuste quantità, anche la carne, facendo distinzione tra carni bianche e carni rosse, sono fonti di proteine e zinco, un micronutriente che gioca un ruolo chiave nel proteggere l’organismo intervenendo nel processo di stimolazione, maturazione e proliferazione dei linfociti T, cellule essenziali per il sistema immunitario. E se, nonostante tutte le precauzioni e attenzioni alimentari, i mali di stagione dovessero avere la meglio? Si può ricorrere in questo caso all’uso di un integratore specifico da diluire nell’acqua, che va assunta sempre in grandi quantità per recuperare più velocemente i liquidi persi, ad esempio, a causa della febbre.


PRIMI FREDDI UN POOL DI VITAMINE, SALI MINERALI E SPECIFICI AMMINOACIDI

Una sferzata di energia per ripartire

PER ACCELERARE i tempi di recupero e tornare presto in forma si possono rivelare preziose le integrazioni specifiche che puntano a sostenere l’organismo con un pool di vitamine, sali minerali e specifici amminoacidi, soprattutto creatina, arginina, beta alanina. Per questo, si raccomanada una strategia completa e specifica mirata al recupero post influenzale, che asseconda i processi di convalescenza aiutando il fisico a ritrovare la giusta forma ed energia.

A QUESTO SCOPO un integratore alimentare tonico energizzante che contiene vitamine e sali minerali, arricchito da più di cinque grammi di amminoacidi costituisce un prezioso alleato. Nelle bustine, da assumere una volta al giorno, sciolte anche in acqua calda, si ritrova il gusto forte-fresco di arancia e ribes nero. Per combattere la battaglia nei campi di stagione, ai primi freddi, ci vuole energia: mangiare troppo poco aumenta il rischio di indebolirsi, e non conviene nemmeno cadere nell’errore opposto di mangiare troppo, perché è dimostrato cje un eccesso di calorie può esser correlato a un aumentato rischio di sviluppare la sindrome metabolica. Insomma, quanto a calorie, né troppe né troppo poche. In particolare, produzione di energia e rinnovamento cellulare sono due funzioni essenziali svolte principalmente dagli amminoacidi, le sostanze che compongono le proteine. Tra questi elementi, creatina, arginina e beta alanina svolgono un ruolo primario per il metabolismo energetico.

VITAMINE e zinco, dunque, valgono come fattori protettivi per tenersi in forma in prospettiva dell’inverno. Ma è importante non dimenticarsi nemmeno dei cosiddetti macronutrienti calorici, come zuccheri, proteine, grassi.

2018-11-23T13:39:50+00:00 Argomento: FAMIGLIA|Speciale |