CINQUE DATE NELL’AGENDA

27/28 LUGLIO
DEGUSTAZIONI MADE IN BIOUL

Nella bella stagione, ogni sabato e domenica (dalle 11 alle 18) il fotogenico Château de Bioul accoglie nella sua proprietà il pubblico interessato a degustazioni e a visite interattive tra le vigne della tenuta e nelle storiche cantine. Tutti i weekend ino a settembre.
www.chateaudubioul.be


26/29 LUGLIO
NON SOLO UNA FIERA
RASSEGNA AGRICOLA

Rassegna agricola, pastorale e agroalimentare, è considerata la più vasta manifestazione ieristica a cielo aperto d’Europa. Ogni anno richiama non meno di 220mila persone, tra eventi, incontri e workshop che esaltano la campagna, il patrimonio boschivo e l’ambiente.
www.foiredelibramont.com


25 AGOSTO
DAVIDE E GOLIA
GIGANTI IN SCENA

A ine agosto, nel piccolo centro di Ath, vanno in scena i famosi “Géants”, personaggi allegorici tra cui spicca l’imponente Goliath (Golia) che accompagna la sua idanzata all’altare per sposarla. Nel pomeriggio a ronta il minuscolo David in un combattimento che si conclude con la degustazioni della tradizionale dolce, la “Tarte aux Mastelles”.
www.ducasse-ath.be


12/16 SETTEMBRE
DANZE E BASTONI
LA FIERA DI NAMUR

Kermesse autunnale che va in scena a Namur, tra cerimonie religiose in parlata vallone, silate e danze tradizionali. Il clou in place St.Aubain con la “Joute des échasseurs”, combattimento fra trampolieri che si sidano a colpi di bastone.
www.fetesdewallonie.be


16/17 NOVEMBRE
BOTTIGLIE IN VETRINA
IL SALONE DEL VINO

È la grande vetrina del mondo vitivinicolo belga. E ovviamente a tenere banco sono le aziende più blasonate della Vallonia, come Chateau Bon Baron, Château de Bioul, Dit-vin, Poirier du Loup, Domaine de la Mazelle e Ferme du Chapitre.
vigneronsdewallonie.be


LE TAPPE OBBLIGATE

di Paolo Galliani

MARCINELLE

LA MINIERA DELLA STRAGE

Nel 1956, al Bois de Cazier, alle porte di Charleroi, un incendio nella miniera di carbone provocò la morte di 262 persone: 136 erano lavoratori italiani. Oggi l’intera area è visitabile, grazie agli spazi museali e ai percorsi tematici.
www.leboisducazier.be


CASTELLO DI BELOEIL

Una Versailles belga

Meravigliosa fortezza trecentesca poi trasformata in elegante residenza, viene comunemente deinita “la Versailles del Belgio”. Interamente ammobiliato, custodisce una ricca collezione di oggetti d’arte del XV-XIX secolo. Celebre la biblioteca con i suoi 20mila volumi.


JARDINS D’ANNEVOIE

Visita al maniero tra cascatelle fontane e sentieri

Dodici ettari di verde e fontane, cascate e sentieri, in una cornice di stagni e corsi d’acqua. E al centro, l’elegante silhouette del castello settecentesco. Scenograico l’abbinamento fra i giardini alla francese, abbinati all’eccentricità dello stile inglese e all’eleganza dell’arte topiaria italiana.
www.annevoie.be


WATERLOO

Sulla collina della battaglia

Ai piedi della storica Collina del Leone è possibile visitare il Memorial 1815 che rievoca la famosa battaglia tra le truppe francesi e quelle inglesi. Sul posto, un a resco illustra lo scontro fra Napoleone e il duca di Wellington.

Collina del Leone
www.waterloo1815.be


CITTADELLA DI NAMUR

Sullo sperone fortificazione con vista

Decine di ettari di verde e una vista superba sulla capitale vallone e sulle due vallate vicine. La fortiicazione domina la città dallo sperone roccioso nel punto di conluenza tra i iumi Meuse e Sambre. Visite speciali per ricostruire la storia millenaria di Namur.

Cittadella di Namur
www.citadelle.namur.be


Dove storia e fede s’incontrano arriva una strada

Ancora due puntate prima della pausa estiva del programma ogni lunedì sera su Sky Arte che rivela i più a ascinanti itinerari religiosi italiani

Il motore che continua a cantare e decine di gioielli ancora da scoprire, attraverso i sentieri dove la storia incontra la fede. Procede a pieno ritmo, dopo il successo delle puntate inaugurali della quinta stagione, il viaggio on the road di ‘Sei in un Paese Meraviglioso’, il programma televisivo in onda su Sky Arte che, curato da Autostrade per l’Italia con il contributo di Ballandi Arts, ci porta quest’anno a scoprire i più a ascinanti itinerari religiosi del Belpaese. A farci compagnia alle 21,15 di ogni lunedì, nelle due puntate che precederanno la pausa estiva come nelle sette che ci attendono dopo le vacanze, saranno la simpatia del comico e attore Dario Vergassola, veterano della serie, e la curiosità di un volto nuovo della produzione come la conduttrice e attrice Michelle Carpente. Sotto i rilettori, invece, ci sono le perle culturali, gastronomiche e paesaggistiche sparse fra le vie un tempo percorse dai pellegrini, da raggiungere seguendo gli spunti segnalati nelle aree di servizio della rete autostradale, in partnership con l’Unesco, dal complesso sistema di a issioni e totem informativi targati ‘Sei in un Paese Meraviglioso’. Dopo i tratti emiliani e toscani di Via degli Dei e Via Francigena, allora, e dopo i pellegrinaggi in terra lombarda e piemontese, i due conduttori e i tanti ospiti con i quali si intratterranno si accingono a spingersi in Abruzzo e nel Lazio, prima di un gran inale tra Liguria, Campania, ancora Lazio e tanta Puglia. “Negli ultimi anni il programma ha avuto grandi indici di ascolto e stavolta abbiamo deciso di focalizzarlo sulle esperienze di cammino – ha spiegato il direttore Relazioni Esterne, A ari Istituzionali e Marketing di Atlantia e Autostrade per l’Italia, Francesco Delzio -per premiare uno dei trend più importanti di sviluppo del turismo di oggi e la vetrina che rappresenta il meglio della provincia italiana”. Una scelta apprezzata anche dalla Santa Sede, che, per bocca di monsignor Dario Viganò,professore ordinario presso laPontiicia Università Lateranense, ha deinito le autostrade “una rete cognitiva che accompagna le persone a conoscere quel meraviglioso paese che è l’Italia”.


IN PUGLIA

Le chiese incastonate nelle rupi

Non ci sono solo le imponenti cattedrali fra le opere stupefacenti ispirate dalla storia del tardo Medioevo pugliese, ma anche le chiese rupestri, che nei pressi di Mottola, incastonate come pietre nella Gravina, contano anche la Cripta di S. Nicola, la “Cappella Sistina rupestre”.


TERRA D’ABRUZZO

Scoprire Campli

Domani, lunedì 22 luglio, le luci si accenderanno sui gioielli rinascimentali custoditi in terra d’Abruzzo, con le pregevoli chiese di Giulianova Alta a dividersi la scena con le imponenti architetture devozionali del centro storico di Teramo e con una perla poco nota come l’antico feudo di Campli.


VALLE REATINA

Sulle orme di Francesco

Il 29 luglio, valicati gli Appennini, toccherà invece alle rive del Velino, in quella Valle Reatina che vide di ondersi per prima la parola di San Francesco. Da Fonte Colombo, dove venne scritta la Regola, al Santuario di Greccio legato al primo presepe, ino ad arrivare a Rieti, passando per Poggio Bustone e per il convento della Foresta.


MONTI LEPINI

Le Abbazie, le oasi e i castelli

L’atmosfera bucolica e gli echi di monaci e cavalieri sono il clou dei monti Lepini, spesso trascurati dai canonici itinerari laziali. Priverno e le sue mura, l’Abbazia di Fossanova e il Castello dei Caetani, a Sermoneta, invece, da soli varrebbero un viaggio, da concludere all’oasi di Ninfa, immersi in una magia di pietra e acqua.


CINQUE TERRE

Sentieri con vista

Cinque Terre e cinque luoghi di devozione che sovrastano i rispettivi borghi, da indagare a passo lento, lungo la Via dei Santuari. Monterosso e Vernazza, Corniglia e Manarola, con Montenero come tappa inale e le dita della mano a scandire le apparizioni dei santuari, impreziositi dalla vista del mare di Liguria